PROGETTI

OrmeInForma | Orientamento al lavoro e inclusione sociale

Il progetto OrmeInForma ha avuto luogo tra settembre e dicembre 2016 a Fermo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Nato da un'idea progettuale dell'Osservatorio di Genere è stato promosso dalla Consigliera di Parità per la Provincia di Fermo, Barbara Ermini, in collaborazione con l’Ambito Sociale XIX.

Essendo da sempre impegnato a proporre azioni di sostegno e di valorizzazione del ruolo delle donne nel mondo del lavoro, l'Osservatorio di Genere ha confezionato questo progetto che nasce dalla costatazione degli effetti negativi che la crisi economica ha avuto sul già difficile accesso femminile all'occupazione. La crisi infatti ha accentuato quelle difficoltà che potremmo definire storiche e che riguardano proprio le donne: inserimento, continuità lavorativa, conciliazione famiglia-lavoro.

Questo complicato rapporto creatosi tra offerta di lavoro e occupazione femminile richiede a nostro avviso l'utilizzo di strumenti nuovi e flessibili per leggere ed intervenire sulla qualità del lavoro femminile: valorizzazione della formazione posseduta, riconoscimento delle competenze professionali acquisite, ri-orientamento in fase di disoccupazione, riconoscimento dei diritti contrattuali, riposizionamento delle donne con elevati titoli di studio, accompagnamento in relazione alle problematiche del precariato e della conciliazione. 

OrmeInForma, prendendo spunto da due progetti analoghi, nonché omonimi, sperimentati dall'OdG prima a Tolentino nel 2011 e poi a Macerata nel 2012 e coordinati da Claudia Santoni, consiste in un percorso di orientamento e di formazione che si pone l'obiettivo di aiutare le donne a dare valore e concretezza alla loro identità personale e lavorativa, per spendere in modo positivo le esperienze acquisite nel mercato del lavoro. Lo strumento individuato per raggiungere le finalità progettuali è l'autobiografia narrativa che in modo efficace riesce a connettere esperienza personale e dimensione sociale.

OrmeInForma ha avuto la seguente struttura:

  • una fase di formazione consistente in tre incontri con donne in difficoltà occupazionale
  • una fase di restituzione alla collettività durante un evento finale.

Fondamentali per questo ultimo evento sono stati i prodotti realizzati da due giovani artiste, una fotografa, Giorgia Vlassich e una pittrice, Silvia Ridolfi, coinvolte come osservatrici-partecipanti durante lo svolgimento dell’intervento orientativo e formativo. A loro è stato chiesto nella fase di restituzione del progetto, con il supporto dell'Osservatorio di Genere, di dare conto in chiave artistica di quanto ascoltato e visto per trasmettere all'esterno il "senso" ed il "significato" dell'azione formativa (foto, illustrazioni).

OrmeInForma 2016 inoltre ha visto anche la sperimentazione del teatro dell'oppresso come tecnica di comunicazione e crescita grazie alla collaborazione con l'attrice Chiara Laurenzi.

La fase di restituzione ha potuto contare su due momenti diversi:

  • uno spazio espositivo presso l`esposizione fermana "Intanto" che ha messo in mostra le fotografie di Giorgia Vlassich, un dipinto di Silvia Ridolfi e le opere di due corsiste, Daniela Scriboni e Stefania Ciucani
  • un seminario finale (19 dicembre 2016) intitolato L'orientamento al lavoro e l'inclusione sociale. Una esperienza al femminile organizzato presso il Teatro Nuovo di Capodarco di Fermo dalla Consigliera di Parità Baraba Ermini e dall'Ambito sociale XIX. Durante il seminario Silvia Casilio e Claudia Santoni hanno riflettuto sui risultati del progetto e le corsiste coordinate dall'attrice Chiara Laurenzi hanno restituito in forma artistica il loro percorso professionale con una performance molto toccante.  

 

Foto di Giorgia Vlassich

 

Che genere di lettura?

Tra le righe

Che cos'è "Che genere di lettura?"

Si tratta di un percorso di formazione completamente gratuito sull'educazione alla reading literacy articolato in quattro moduli differenti, rivolto a tutte/i coloro che lavorano, studiano o fanno volontariato in ambito educativo, con bambine/i e ragazze/i dalla primissima infanzia alla scuola secondaria di primo grado: La voce è l’inizio (prima infanzia); Quando il lupo esce della pagina (infanzia); LeggiMi LeggiMe (primaria); Il linguaggio delle immagini in movimento. Comprensione del testo attraverso il cinema muto (secondaria I grado). 

Leggi tutto...

WELCHOME - Life get better together

Progetto WelcHome

Insieme, contro le discriminazioni LGBTQ+

WelcHome è un progetto di cooperazione tra Italia e Albania, promosso dall’Osservatorio di Genere insieme a Arcigay Comunitas Ancona e Streha Centre (Tirana), e finanziato dal Ministero degli Affari Esteri - Unità per l'Adriatico e i Balcani - Direzione generale per l'Europa e la politica commerciale internazionale, per condividere esperienze e buone pratiche finalizzate a contrastare le discriminazioni verso la comunità LGBTQ+. 

 

Perché una cooperazione Italia - Albania sui diritti LGBTQ+?

Italia e Albania sono connesse dalla rotta balcanica, una delle principali arterie migratorie di Europa, e, secondo il report ILGA Europe 2022, il 79% delle persone che lascia l’Albania dichiara di farlo a causa delle discriminazioni e della mancanza di servizi di supporto. In questo Paese, infatti, i bisogni della comunità LGBTQ+ non sono ancora entrati nell’agenda politica e gli atteggiamenti discriminatori sono molto pesanti. Nonostante questo, ci sono realtà che stanno facendo grandi passi avanti, mettendo in atto buone pratiche efficaci che stanno innescando un graduale cambiamento nel contesto sociale. 

 

Con quali finalità?

Il progetto WELCHOME nasce con l’obiettivo di incoraggiare, sistematizzare e diffondere il più possibile tutte quelle prassi, strumenti e metodologie di cui gli operatori possono avvalersi per offrire supporto alla comunità LGBTQ+.

ha l’obiettivo di:

  • Costruire una rete internazionale di operatori impegnati a contrastare le discriminazioni verso la comunità LGBTQ+.
  • Condividere e mettere a sistema le loro esperienze e conoscenze per definire nuovi strumenti, buone pratiche e modalità di azione per la tutela dei diritti delle persone LGBTQ+.
  • Ottenere un effetto moltiplicatore grazie alla cooperazione tra più realtà.
  • Creare un booklet con le storie, le esperienze di realtà  individuate nel corso del progetto. 
  • Sensibilizzare la comunità italiana e albanese sulle questioni LGBTIQ+, attraverso un evento finalizzato a presentare i risultati del progetto. 

 

Come?

Training online
Gratuito e aperto a tutti

Una serie di incontri online gratuiti e aperti agli operatori dei centri di accoglienza LGBTIQ+ e a tutti coloro che sono impegnati nella tutela dei diritti e nel contrasto alle discriminazioni: un’occasione di scambio per condividere conoscenze ed esperienze, e raccogliere informazioni utili a definire strumenti e modalità di azione condivisi.

23/02/2023 - 16:00

Buone pratiche contro la violenza e la discriminazione: l'autobiografia narrativa

a cura dell'Osservatorio di genere

 

06/03/2023 - 17:00 

Comunitrans, il primo gruppo trans* delle Marche: origini, obiettivi, pratiche e risultati 

a cura di Arcigay Comunitas Ancona

 

01/03/2023 - 16:00

Il Movimento LGBT in Albania e il Centro "Streha" a sostegno delle persone LGBT

a cura di Streha Centre

 

Clicca qui per scoprire i programmi dettagliati degli incontri e le modalità di partecipazione.

 

Capacity Building

Per gli operatori Streha in Albania

Un laboratorio formativo tenuto dalle esperte dell’Osservatorio di Genere sull’autobiografia narrativa, uno strumento potente, da usare con consapevolezza e attenzione, che sviluppa l’empatia e aiuta gli operatori a mettersi nei panni degli altri e a comprendere le diverse sfaccettature delle esperienze e dei bisogni altrui. 

 

Orientamento individuale

Per gli ospiti di Streha in Albania

Un percorso one-to-one con gli ospiti della struttura albanese con l’obiettivo di capirne i bisogni, legittimare i problemi, valorizzare le risorse individuali e attivare quelle comunitarie per favorire l’avvio di un vero e proprio processo trasformativo.

 

Chi siamo?

Osservatorio di Genere - Italia
www.osservatoriodigenere.com

Un’associazione di promozione sociale che si occupa di studi di genere, contrasto della violenza di genere, promozione delle pari opportunità, dell’inclusione e della cittadinanza attiva.

 

Arcigay Comunitas Ancona - Italia

www.arcigayancona.it

Comitato territoriale Arcigay per la provincia di Ancona.
Insieme ad altri partner da vita a Rainbow Hub nel comune di Fano, primo centro regionale per persone LGBTQIA+ vittime di discriminazione e violenza.
Comunitas ha lo scopo di tutelare e valorizzare i diritti umani e civili delle persone LGBTIQ+.

 

Streha Centre- Albania
www.strehacenter.org

Il primo centro residenziale non pubblico nei Balcani occidentali che offre alle persone LGBTIQ+ supporto psicologico e sociale, assistenza medica e legale, alloggi sicuri e altri servizi per il sostegno di coloro che subiscono atti discriminatori, abusi e violenze. 

 

Vuoi saperne di più?

Scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Leggi anche

 
 
 

 

AS.Y.LUM

Il progetto "AS.Y.LUM promuovi una terra accogliente" promosso dal GUS Gruppo Umana Solidarietà è finanziato nell’ambito del programma Erasmus Plus – KA3 – Dialogo strutturato con i decisori politici 2016-1- IT03-KA347- 008335 e, in un clima di forte diffidenza verso i popoli che migrano, è nato con l'intenzione di promuovere una riflessione non stereotipata sulle dinamiche delle migrazioni che non possono e non devono essere contrastate costruendo muri e bloccando le frontiere.

 

 

Il progetto ha visto la partecipazione di circa trenta giovani, italiani e stranieri, che in questa occasione hanno l’opportunità di avviare un dibattito sui temi dell’inclusione sociale, del diritto d’asilo e del riconoscimento dei diritti di cittadinanza alle persone di origine straniera, in una società multiculturale come quella in cui viviamo. Nel momento conclusivo del progetto i partecipanti si sono espressi in un sondaggio on-line che a livello nazionale ha interrogato e simolato i giovani a riflettere sul diritto d’asilo.

 

Il progetto si è sviluppato in tre fasi, con specifiche attività ed eventi:

– Associate ‘nd Partecipate, parole chiave del primo evento focalizzano l’attenzione sull’importanza di aggregarsi, discutere, capire le differenze per poi partecipare attivamente alle politiche giovanili.

– You Decide, tocca ai giovani pronunciarsi su come vedono l’Italia ma più in generale l’Europa: dove sono i diritti e per chi? Cosa fanno realmente i territori per integrare? I migranti sono una risorsa?

– Load ur Mood, per riflettere su quanto emerso, elaborare dati, informazioni ed emozioni; per aprire un dialogo costruttivo con i decisori politici.

 

Claudia Santoni dell'Osservatorio di Genere ha partecipato a tutte le fasi del progetto in qualità di esperta. In particolare ha contribuito all'elaborazione del sondaggio on-line e ha realizzato il report finale studiando i dati e i risultati del sondaggio.

Silvia Casilio dell'Osservatorio di Genere ha poi partecipato alla due giorni finale di AS.Y.LUM presso la Sala Castiglioni della biblioteca Mozzi Borgetti di Macerata presentando il report intitolato "Integrarsi per Partecipare. Partecipare per Integrarsi". 

Rassegna stampa

 

 

èTvMarche | 5 settembre 2017

Tesseramento OdG 2024

TESSERAMENTO 2023 Sito 1

Sulle vie della parità nelle Marche: online il bando della VII edizione

Slide Sito

NOI 2.0 Per un futuro consapevole

logo colore def 2

Dona il tuo 5x1000 all'OdG

5x1000_OdG.jpg

Insegni alla Scuola secondaria di I grado? Ecco la formazione che fa per te!

Cyberincluding Goes Europe

logo_definitivo_goes.jpg

Cyberincluding Goes Europe: Instructions for Use to Contrast Bullying and Cyberbullying

ClikHereLaw

Cyberincluding Goes Europe: we drafted a law to contrast cyberviolence

ClikHereLaw

RADart - Erasmus+

logo_72_Radart.png

Disponibile il ToolBox e "Embody the role" per prevenire e contrastare bullismo e cyberbullismo

Gioco Empowerbox 2

EmpowerBox - Collabora Partecipa Ispira

WhatsApp Image 2021-03-17 at 20.00.50 (1).jpeg

N.O.I. - Next Opportunity Involvement

logo-noi-png (1).png

Di sera | La rubrica letteraria dell'OdG

Copia di Traguardi.png

Traguardi | Approfondimenti e reportage

Traguardi

Novità ODG Edizioni

Categoria: Monografie
Produttore: ODG Edizioni

Il volume raccoglie le biografie delle donne votate nel contesto del progetto social #leviedelledonnemarchigiane promosso dall’Osservatorio di Genere e accolto dal Consiglio delle donne del Comune di Macerata al fine di recuperare la memoria di donne del passato protagoniste della società marchigiana e ad oggi proposte come meritevoli di intitolazioni di vie e spazi pubblici delle città delle Marche.   

Di piu'...

Categoria: Monografie
Produttore: ODG Edizioni

Il volume restituisce i risultati delle attività realizzate nell’ambito del progetto FAMI-450 La lingua per l’inclusione sociale e la cittadinanza. Percorsi di insegnamento e apprendimento dell’Italiano L2 per soggetti vulnerabili nelle province di Fermo e Ascoli Piceno

Di piu'...

Categoria: Monografie
Produttore: ODG Edizioni

Il volume raccoglie i contributi di 12 donne che hanno partecipato all'iniziativa social Donne di Testa lanciata dall'Osservatorio di Genere e accolta da CGIL, CISL e UIL, dalla Commissione per le Pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche e dal Consiglio delle donne di Macerata al fine di rimettere in circolo il sapere femminile in diversi ambiti con uno sguardo alle tematiche di genere.

 

Di piu'...

Categoria: Monografie
Produttore: ODG Edizioni

Il volume di Chiara Donati e Marco Biancucci nasce dall’incontro della ricerca storiografica con la fotografia, della prospettiva nazionale con quella regionale, delle storie di vita di partigiani e partigiane più o meno note.

Di piu'...

Categoria: Monografie
Produttore: ODG Edizioni

Il volume, curato da Luisa Gianfelici, raccoglie le opere d'arte realizzate da Aurora Carassai, Elena Borioni, Daniela Scriboni, Stefania Ciucani e la stessa Luisa Gianfelici nell'ambito del concorso didattico Sulle vie della parità nelle Marche dal 2018 ad oggi.

Di piu'...

Categoria: E-book
Produttore: ODG Edizioni

L'e-book Gates No Frontiers è uno degli output del progetto Walls and Integration: Images of Europe building Wai, presentato dal Comune di Macerata nell'ambito del  programma Europa per i cittadini, approvato dalla Commissione Europea e finanziato con un importo di 100.000 euro (cod. progetto 562858-CITIZ-1-2015-1-IT-CITIZ-REMEM - CUP I251I15000070001).

L'e-book così come tutte le altre attività di WAI sono state finanziate e rese possibili dal programma europeo Europa per i cittadini.

Di piu'...

Categoria: E-book
Produttore: ODG Edizioni

Gates No Frontiers is one of the outputs of Walls and Integration: Images of Europe building (WAI), a project, presented by the Municipality of Macerata (Comune di Macerata) of within the Europe for Citizens Program and approved by the European Commission. It gained funding for one hundred thousand Euros (project code 562858-CITIZ-1-2015-1-IT-CITIZ-REMEM - CUP I251I15000070001).

The e-book collects the materials, the pictures and the results of the research for the travelling exhibit, "Gates no frontiers"!

This e-book, realized for the WAI project, are freely downloadable from the WAI website!

Di piu'...

Categoria: E-book
Produttore: ODG Edizioni

Manuale per insegnanti ed educatori che raccoglie strategie e azioni per prevenire, mitigare e contrastare il bullismo e il cyberbullismo

 

Di piu'...

Categoria: E-book
Produttore: ODG Edizioni

Teorie e pratiche didattiche in contesto migratorio

Di piu'...

Categoria: E-book
Produttore: ODG Edizioni
Prezzo: 5,00 €

Riflessioni e buone pratiche

Di piu'...

Come avere i volumi delle ODG Edizioni?

Per contatti e informazioni: 

educazione@osservatoriodigenere.com

Per concordare un appuntamento Tel. +39 351 893 0932

 

Diventa socio dell'Osservatorio di Genere e tesserandoti potrai sostenere l'associazione con un contributo che potrai versare con

- Bonifico intestato a:

Osservatorio di Genere 

IBAN: IT11 C030 6909 6061 0000 0017 941 

 

- Paypal: odg@osservatoriodigenere.com o attraverso il modulo presente nel riquadro qui in basso, se ci si connette da pc o notebook, o in fondo alla pagina, se ci si connette con smartphone o altro dispositivo mobile, cliccando sul pulsante giallo "donazione"

 

- Direttamente nella sede dell'Osservatorio di Genere

via Marche, 84 - Macerata

Tel. +39 351 893 0932

 

- Durante gli eventi pubblici dell'OdG 

Sostieni l'Osservatorio

Sostieni le attività dell'Osservatorio di Genere. In pochi passaggi sarà possibile effettuare la tua donazione, il tuo contributo al crowfunding o il versamento della quota associativa in modo del tutto sicuro. Per tesserarsi, compilare il modulo presente nella sezione aposita del sito.

Newsletter

Notizie dalla rete