Calcio femminile: l’abbinamento di queste due parole ancora oggi in Italia è spesso considerato fastidioso da molte persone.

Il calcio, sport maschio per eccellenza.

 

“Non è uno sport per signorine”, “Le donne non possono parlare di calcio”, “Le donne nel calcio? No. O fanno le pulizie o stanno in cucina”

 

Frasi dette pubblicamente e poi rimbalzate di bocca in bocca fino a divenire patrimonio genetico dell’italiano medio, che mai accetterebbe lo sconfinamento femminile in quello che da sempre costituisce il rituale tribale più maschile dei nostri tempi.

 

La strada per abbattere i pregiudizi è sempre piuttosto lunga e faticosa, ma, calcio dopo calcio, a piccoli passi, si sta raggiungendo l’incontrovertibile verità che lo sport è sport, a prescindere da chi lo pratica.

 

La costruzione di questo arduo percorso è supportata con passione e grinta dall’attività quotidiana di tante realtà sportive che stanno ottenendo sempre maggiori conquiste e consensi.

 

Un esempio concreto e di successo è rappresentato dall’esperienza dell’ASD YFIT Macerata, che abbiamo scelto per la terza puntata della nostra rubrica Traguardi, dopo il Pink Basket e il Macerata Softball.

 

CALCIO FEMMINILE YFIT MACERATA

 

Dalle bimbe dei primi calci alle ragazze e alle donne della prima squadra, anche a Macerata la passione e la grinta gradualmente stanno vincendo e coinvolgono sempre di più, contribuendo ad abbattere muri elevati senza motivo.

 

Hanno risposto all’intervista il presidente dell’ASD YFIT Massimiliano Avallone e la direttrice sportiva Federica Romiti.

 

calcio femminile YFIT

Qual è la storia del calcio femminile YFIT a Macerata?

La A.S.D. YFIT è stata costituita nel 2016.

 

L’idea di un'associazione di “puro” calcio a 11 femminile, è nata in Inghilterra durante le Olimpiadi estive del 2012 che ebbero luogo a Londra, quando il fondatore e presidente della società, di origine partenopea ma cresciuto nelle Marche, conobbe la realtà del Chelsea Football club Women e si appassionò a questo incredibile sport.

 

Nel 2017 a Macerata è nata dunque la società di calcio a 11 femminile con il settore giovanile.

 

calcio femminile YFIT Macerata squadra

Chi sono le bambine/ragazze che scelgono il calcio?

Le bambine e le ragazze che scelgono il gioco del calcio hanno prevalentemente genitori, fratelli e cugini che lo giocano.

 

Sono comunque bambine che oltre a dimostrare interesse, hanno entusiasmo ed anche una maggiore consapevolezza rispetto alle coetanee che scelgono degli sport tradizionalmente al femminile: hanno una maturità che fa loro sfidare pregiudizi e sessismo.

 

Il calcio è una loro scelta, nessun genitore vorrà e potrà costringerle al gioco del calcio. Potremmo quindi affermare che queste giovani sanno bene quello che vogliono.

 

calcio femminile macerata

Che età hanno le atlete?

La rosa delle atlete della YFIT va da un minimo di 5 anni fino a 14 anni per il settore giovanile scolastico con le categorie:

  • Primi calci (4-6 anni)
  • Pulcini U10 ( 7-9 anni)
  • Esordienti U12 (10-12 anni)
  • Giovanissime U15 (13-15 ANNI)
  • Prima squadra(15-40 anni)

calcio femminile

Quanto si allenano?

 Le atlete della YFIT, assistite da uno staff tecnico e psicologico, si allenano 2 volte alla settimana.

 

Da chi è formato il pubblico?

Il pubblico è fondamentalmente composto da genitori, parenti, amici delle atlete ed ex giocatrici di calcio, oltre ad una sparuta presenza di curiosi.

 

Come pensate sia recepita una realtà sportiva tutta al femminile in uno sport associato tradizionalmente a ruoli maschili a Macerata/nelle Marche?

Il calcio al femminile è recepito purtroppo con molta superficialità, senza rispetto per le giovani che inseguono una loro libera scelta e per i loro genitori che comunque fanno sacrifici e rinunce.

 

Molti, moltissimi ruoli e scelte fino ad oggi sono stati e sono appannaggio degli uomini, ma per fortuna con il tempo molte cose sono cambiate e altre cambieranno e questo accadrà anche per il mondo del calcio femminile.

 

Rispetto alle altre province marchigiane, che hanno uno storico più datato e un inserimento importante già raggiunto nel calcio femminile, Macerata solo ultimamente sta muovendo i suoi passi anche con atlete molto giovani.

 

calcio macerata YFIT

C'è differenza di allenamento tra maschi e femmine?

L’allenamento è necessariamente diverso per i giovani in età scolare per la diversa costituzione, per la forza e per la resistenza negli uni e per la maturità, per la disciplina, per l’intuizione e per la determinazione nelle altre.

 

Differenze che comunque con la crescita si affievoliscono.

 

C'è aggressività? Se si, come per i maschi o diversamente?

L’aggressività si potrebbe dire che è prevalentemente maschile.

 

Nelle atlete sono sicuramente più evidenti la grinta e la determinazione.

 

calcio ragazze macerata

Com'è in generale la percezione maschile degli sport al femminile?

Per quanto riguarda il calcio femminile c’è una scarsissima attenzione e un quasi mancato interesse da parte dei maschi che considerano - senza motivazioni - questo sport solo al maschile.

 

Questo dimostra un grave pregiudizio e mancanza di rispetto verso il mondo femminile.

 

Senza dubbio  la danza classica, la ginnastica artistica, ritmica, il nuoto sincronizzato sono considerati sport più adatti alle femmine.

 

calcio bambine macerata

Reclutamento: quali difficoltà? 

Considerato che finalmente anche in Italia si comincia a parlare di calcio femminile e che anche i mezzi di comunicazione lo divulgano, questo aiuta sicuramente il reclutamento delle bambine interessate e le conseguenti iscrizioni.

 

È comunque importante e necessario che a monte ci sia sempre un’organizzazione seria ed efficiente per il buon esito di una crescita sana del calcio femminile.

 

Pensate che lo sport possa essere  un modo per la donna per riscattare le discriminazioni con cui spesso viene a contatto nella sua vita?

Anche lo sport può essere di aiuto ma sicuramente non basta. Ci vuole ben altro.

 

calcio pallone femminile macerata

 

YFIT, sito web ufficiale

Pagina Facebook YFIT Macerata

 

Articolo di Silvia Alessandrini Calisti

Foto di Simona Muscolini

 

Dove trovi i volumi ODG Edizioni

contentmap_module

Tesseramento OdG 2019

Tesseramento2019

Di sera | La rubrica letteraria dell'OdG

DiSera

Traguardi | Approfondimenti e reportage

Traguardi

Nuovo bando "Sulle vie delle parità nelle Marche" a.s. 2019/2020

Modulo III Edizione Sulle vie della parita

GenereAzione

Ciak_Sigira.png

CyberIncluding

CyberIncluding

Novità ODG Edizioni

Categoria: Monografie
Produttore: ODG Edizioni

Il volume raccoglie le biografie delle donne votate nel contesto del progetto social #leviedelledonnemarchigiane promosso dall’Osservatorio di Genere e accolto dal Consiglio delle donne del Comune di Macerata al fine di recuperare la memoria di donne del passato protagoniste della società marchigiana e ad oggi proposte come meritevoli di intitolazioni di vie e spazi pubblici delle città delle Marche.   

Di piu'...

Categoria: Monografie
Produttore: ODG Edizioni

Il volume restituisce i risultati delle attività realizzate nell’ambito del progetto FAMI-450 La lingua per l’inclusione sociale e la cittadinanza. Percorsi di insegnamento e apprendimento dell’Italiano L2 per soggetti vulnerabili nelle province di Fermo e Ascoli Piceno

Di piu'...

Categoria: Monografie
Produttore: ODG Edizioni

Il volume raccoglie i contributi di 12 donne che hanno partecipato all'iniziativa social Donne di Testa lanciata dall'Osservatorio di Genere e accolta da CGIL, CISL e UIL, dalla Commissione per le Pari opportunità tra uomo e donna della Regione Marche e dal Consiglio delle donne di Macerata al fine di rimettere in circolo il sapere femminile in diversi ambiti con uno sguardo alle tematiche di genere.

 

Di piu'...

Categoria: E-book
Produttore: ODG Edizioni

L'e-book Gates No Frontiers è uno degli output del progetto Walls and Integration: Images of Europe building Wai, presentato dal Comune di Macerata nell'ambito del  programma Europa per i cittadini, approvato dalla Commissione Europea e finanziato con un importo di 100.000 euro (cod. progetto 562858-CITIZ-1-2015-1-IT-CITIZ-REMEM - CUP I251I15000070001).

L'e-book così come tutte le altre attività di WAI sono state finanziate e rese possibili dal programma europeo Europa per i cittadini.

Di piu'...

Categoria: E-book
Produttore: ODG Edizioni

Gates No Frontiers is one of the outputs of Walls and Integration: Images of Europe building (WAI), a project, presented by the Municipality of Macerata (Comune di Macerata) of within the Europe for Citizens Program and approved by the European Commission. It gained funding for one hundred thousand Euros (project code 562858-CITIZ-1-2015-1-IT-CITIZ-REMEM - CUP I251I15000070001).

The e-book collects the materials, the pictures and the results of the research for the travelling exhibit, "Gates no frontiers"!

This e-book, realized for the WAI project, are freely downloadable from the WAI website!

Di piu'...

Come avere i volumi delle ODG Edizioni?

Per contatti e informazioni: 

info@osservatoriodigenere.com

+39 347 8967936 - +39 349 3726757

 

Diventa socio dell'Osservatorio di Genere e tesserandoti potrai sostenere l'associazione con un contributo che potrai versare con

- Bonifico intestato a:

  • Osservatorio di Genere Banca Prossima
  • IBAN: IT11 C030 6909 6061 0000 0017 941 

 

- Paypal: odg@osservatoriodigenere.com o attraverso il modulo presente nel riquadro qui in basso, se ci si connette da pc o notebook, o in fondo alla pagina, se ci si connette con smartphone o altro dispositivo mobile, cliccando sul pulsante giallo "donazione"

 

- Direttamente nella sede dell'Osservatorio di Genere

via Marche, 84 - Macerata

martedì, mercoledì, giovedì

ore 9.00-13.00

 

- Durante gli eventi pubblici dell'OdG 

Sostieni l'Osservatorio

Sostieni le attività dell'Osservatorio di Genere. In pochi passaggi sarà possibile effettuare la tua donazione, il tuo contributo al crowfunding o il versamento della quota associativa in modo del tutto sicuro. Per tesserarsi, compilare il modulo presente nella sezione aposita del sito.

Newsletter

Notizie dalla rete