Resilienza, Arte e Sviluppo degli Youth Workers e delle comunità contro la radicalizzazione violenta dei giovani.

header-radart.jpeg

 

L’Osservatorio di Genere partecipa al Progetto RADart (Resilience, Art and Development in youth work and communities against violent radicalisation of youth), promosso da Merseyside Expanding Horizons (UK) e co- finanziato dal Programma Erasmus + dell'Unione Europea.

 

Oltre al capofila e alla nostra associazione, gli altri partner coinvolti sono Town Hall Kostryzn nad Odra (Polonia), Le Foyer des Jeunes des Marolles (Belgio) ed Élan Interculturel (Francia).

Il progetto ha una durata di 30 mesi, da novembre 2020 ad aprile 2023, e si propone di utilizzare l’arte come mezzo per aiutare gli Youth Workers a prevenire il rischio di radicalizzazione tra i giovani. 

 

Perché questo progetto

La radicalizzazione giovanile è un problema in crescita sia in Europa che nelle aree limitrofe.

Oltre alle forme di estremismo religioso, si registra un notevole aumento di discorsi di odio, incidenza di crimini ispirati dall'odio, attacchi a migranti e rifugiati, propaganda e xenofobia violenta. 

La radicalizzazione, infatti, può assumere diverse forme e questi fenomeni sottolineano quanto sia importante sviluppare consapevolezza dell’argomento. In particolare, hanno evidenziato la necessità di aiutare gli Youth Workers (operatori giovanili) a trovare modalità efficienti ed efficaci per lavorare con i giovani a rischio di radicalizzazione

 

Obiettivi e modalità

L’obiettivo generale di RADart è proprio quello di utilizzare l’arte come mezzo per sviluppare strumenti e metodologie innovative basate su approcci creativi e collaborativi per aiutare gli Youth Workers a prevenire il rischio di radicalizzazione tra i giovani, offrendo loro stimoli e diverse opportunità.

Riteniamo che l’introduzione e l'utilizzo di strumenti innovativi legati all’arte:

  • consentirà agli Youth Workers di avvicinarsi giovani a rischio di radicalizzazione con modalità interattive più semplici ed efficaci
  • creerà occasioni di collaborazione tra i giovani
  • migliorerà loro capacità di pensiero critico.

Nel corso del progetto RADart:

  • Ci concentreremo soprattutto in attività che prevedono la realizzazione di video con strumenti digitali.
  • Utilizzeremo metodi di educazione non formale, sia duranti gli eventi locali che internazionali.
  • Garantiremo un processo di apprendimento efficace attraverso modalità di comunicazione chiare e una valutazione regolare delle attività svolte.

 

Risultati da raggiungere

Sulla base dell’obiettivo generale del progetto, stiamo lavorando insieme agli altri partner per:

  • Sviluppare metodologie accessibili e innovative, promuovere la collaborazione tra le organizzazioni e proporre attività di potenziamento per migliorare le competenze degli Youth Workers (ad es. comprensione, prevenzione, coinvolgimento).
  • Aumentare la consapevolezza dell'impatto che l’arte può avere sui giovani a rischio di radicalizzazione.
  • Coinvolgere i giovani in attività di ricerca e utilizzare l’arte per migliorare le loro capacità di pensiero critico.
  • Sviluppare linee guida accessibili per aumentare la consapevolezza dei rischi dell'estremismo e della radicalizzazione tra le famiglie e le comunità.

Il progetto produrrà anche risultati tangibili, in particolare:

  • Rapporto di ricerca basato sull'indagine condotta dai giovani in merito al fenomeno della radicalizzazione
  • Video coprodotto dai giovani durante l’evento di formazione in Italia
  • Manuale UE dedicato alle metodologie creative e digitali per aiutare gli Youth Workers a riconoscere e prevenire i processi di radicalizzazione
  • Rapporti nazionali ed europei
  • Linee guida per le famiglie e le comunità in merito alla prevenzione dei processi di radicalizzazione nei giovani
  • Policy con consigli e buone pratiche
  • Altri materiali per attività di divulgazione

Tutti i materiali prodotti saranno pubblicati sul sito web dedicato al progetto

 

Il nostro ruolo

Oltre a collaborare attivamente con i partner per il raggiungimento di questi risultati, l’Osservatorio di Genere è il principale referente per quanto riguarda:

  • le attività di disseminazione legate al progetto
  • l’organizzazione delle attività di formazione per i giovani e gli Youth Workers in programma in Italia nel mese di luglio 2021
  • l’organizzazione del Multiplier Event nazionale, cioè dell’evento di divulgazione che si terrà in Italia a conclusione del progetto nel 2023

 

La newsletter

Ti interessa questo progetto? Iscriviti alla newsletter per essere aggiornato sullo sviluppo delle attività e sui risultati raggiunti.

Clicca qui e compila il form.