Locandina completa del 4 giugno 2022

Il 4 giugno 2022 alle ore 17.00 presso la sede di Amnesty International Macerata un incontro organizzato dall'Osservatorio di Genere, Amnesty International Macerata, Agedo Marche e Arcigay Comunitas Ancona.

L'iniziativa promossa nell’ambito del Marche Pride 2022 vuole creare un momento di riflessione e di approfondimento sui diritti (quelli ottenuti, quelli negati e quelli per il cui ottenimento è necessario continuare a lottare), sul concetto di libertà - dei corpi ma anche e soprattutto delle menti - e dell’arte, intesa come strumento, come linguaggio attraverso il quale è possibile da sempre praticare la libertà di essere, di pensare e di agire.

Fabiola Caporalini dialogherà con Vittoria Casamassima, autrice di "La dolce attesa di Eufrasia".

La scrittrice udinese Vittoria Casamassima, nata col nome di Federico racconterà la sua transizione a partire dal suo volume autobiografico pubblicato nel 2009.

Ci racconterà di come Federico abbia avvertito una forte componente femminile che, ad un certo punto della sua vita, ha deciso di assecondare.

Fabiola Caporalini e Vittoria Casamassima ragioneranno e rifletteranno sul temi dell'identità, ma anche degli stereotipi di genere, delle nostre inclinazioni interiori, del nostro diritto di vivere secondo la percezione che abbiamo di noi stessi e di noi stesse.

Alle ore 18.00 ci sarà la proiezione del corto "XY" di Anna Karín Lárusdóttir.

Presentato alla XVII edizione di Corto Dorico Film Fest 2021, uno degli appuntamenti più attesi dagli autori e dagli amanti non solo dei corti, ma del cinema d’autore in generale e, in particolare, dell’impegno civile, XY è un ritratto sensibile e delicato di una giovane donna alla ricerca della propria identità sessuale.

Alla proiezione seguirà un dibattito.

L'OdG, impegnato contro le discriminazioni, sempre e in prima fila sul territorio per la costruzione di una società realmente inclusiva capace di garantire diritti, uguaglianza e pari opportunità a tutti e a tutte, non poteva non partecipare convintamente a questa iniziativa.

L’incontro è ovviamente pubblico e gratuito.

Per ulteriori informazioni sull’evento clicca qui

Giornata Internazionale contro lomolesbobitransfobia